Minors

A Minor’s Day, arriva il libro sulla passione minors nel basket

L’attività svolta dalle società sportive dilettantistiche è spesso sottovalutata. Si sottovaluta la passione delle persone che permettono alle società di esistere; si sottovaluta la passione degli addetti ai lavori, degli allenatori ed istruttori minibasket, alla continua ricerca di mediare fra la propria vita e le esigenze ed aspettative delle famiglie degli atleti.

La nostra attività è sacrificio, è mettersi quotidianamente alla prova, è interrogarsi sul cosa ci spinga ad andare avanti tra mille difficoltà, spesso rinunciando alla nostra vita privata.

“A MINOR’S DAY” di B.J.Stefanelli è un libro “sincero” e semplice che può diventare manifesto di molti amanti della palla a spicchi e può spiegare (soprattutto a chi non l’ha ancora capito) che dietro ad ognuno di noi si nasconde una persona fragile ma tenace, che riceve tanto dallo sport, ma dà altrettanto.

A chi potrebbe essere rivolto “A MINOR’S DAY”?

  • A chi dirige una società, per sentirsi meno solo!
  • A chi allena, perché il protagonista… è un allenatore!
  • A chi è genitore, per capire che gestire una società comporta grandi sforzi, che vanno rispettati!
  • A chi gioca, per comprendere cosa ci sia dietro all’opportunità che coglie.

In “A MINOR’S DAY”, Alberto, tuttofare in una piccola società di basket di provincia, ci farà entrare nel suo mondo per un giorno intero, mettendo a nudo la propria fragilità e i propri sentimenti. Un giorno intenso, complicato, umano!

Un giorno in cui una vita pare mescolarsi con mille altre, scandita dal ritmo di un pallone che rimbalza sul parquet e dal fruscio di una retina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: